Loader

Arriva la primavera, è ora di cambio gomme!

Arriva la primavera, è ora di cambio gomme!

Ogni auto per dare prestazioni adeguate deve avere gli pneumatici giusti, non solo per quanto riguarda dimensioni e pressione, che sono indicate sul libretto di circolazione, e usura, ma anche per quanto riguarda la tipologia di mescola, questa infatti cambia in base al tipo di pneumatico utilizzato e in particolare tra pneumatici estivi e invernali.

Ora che siamo in primavera è arrivato il momento del cambio gomme e qui potrai scoprire perché è bene non rimandare questo appuntamento.

Perché è necessario cambiare gli pneumatici in primavera

La sicurezza in strada è molto importante e in inverno le basse temperature richiedono l’uso di pneumatici a mescola morbida per avere un buon grip sull’asfalto anche a temperature basse.

Uno pneumatico con il rotolamento a terra si riscalda e la sua mescola tende a diventare più morbida, proprio questa caratteristica porta la gomma ad essere ben attaccata all’asfalto e quindi, in caso di pioggia, neve e gelo, resta ben salda e lo spazio di frenata diminuisce, naturalmente tali caratteristiche portano ad una maggiore controllo del veicolo e quindi sicurezza.

Uno pneumatico morbido tende però a consumarsi prima e se questa caratteristica è limitata in inverno perché il fondo è ghiacciato e con il rotolamento lo pneumatico si riscalda ma in modo adeguato, non eccessivo, e quindi il consumo è comunque ridotto, questo non capita in estate.

Le temperature dell’asfalto in estate possono diventare davvero molto alte e usare uno pneumatico invernale in questa stagione vuol dire avere il battistrada che dopo pochissimi chilometri è usurato.

Ciò non porta solo ad avere un maggiore dispendio economico, infatti gli pneumatici devono essere sostituiti, ma anche ad una minore sicurezza perché di fatto in breve tempo il battistrada risulterà consumato e quindi sarà difficile gestire il veicolo e lo spazio di frenata aumenta.

Gli pneumatici invernali, se montati in estate, portano anche ad un maggiore consumo di carburante perché il veicolo per muoversi con gomme a mescola morbida ha bisogno di maggiore energia, è come se fosse più pesante.

Cambio di gomme: sanzioni per chi non cambia gli pneumatici in primavera

Da questa breve prima disamina si percepisce quanto sia importante avere lo pneumatico giusto in base alla stagione in cui lo stesso deve essere utilizzato.

Il cambio delle gomme è talmente importante che la legge stabilisce dei termini perentori. È stabilito che entro il 15 aprile 2021 è necessario montare sui veicoli gomme estive oppure quattro stagioni, ciò implica che nel caso in cui siano effettuati dei controlli su strada, l’automobilista che monta pneumatici non adatti in base alla stagione, potrà anche essere multato.

L’obbligo di pneumatici estivi (o quattro stagioni) è in vigore fino al 15 ottobre. La normativa prevede che vi è la possibilità di avere un mese di deroga, ciò vuol dire che effettivamente è possibile circolare con pneumatici invernali fino al 15 maggio e continuare ad usare gli estivi fino al 15 novembre.

Nonostante questo, per motivi di sicurezza e per evitare un’usura anomala degli pneumatici, è bene non ritardare la loro sostituzione.

In caso di mancato cambio degli pneumatici, quindi nel caso in cui dopo il 15 maggio si circoli con gomme invernali, la sanzione amministrativa prevista è di minimo 422 euro e un ammontare massimo di 1682 euro con il rischio di avere anche il ritiro del libretto di circolazione.

Sono previste delle eccezioni, infatti non hanno l’obbligo di effettuare il cambio delle gomme coloro che circolano con gomme 4 stagioni o con un indice di velocità che sia uguale o maggiore rispetto a quello indicato sulla carta di circolazione.

La domanda che molti si pongono è come distinguere uno pneumatico estivo da uno invernale.

Certamente i più esperti possono guardare il battistrada e capire quale gomma ha di fronte, infatti i tasselli sono pieni e senza lamelle.

A ciò bisogna anche aggiungere che vi è una notevole differenza di profondità del battistrada, quello estivo al momento dell’acquisto ha una profondità di 8 mm, mentre quello invernale oscilla da 8,8 mm a 11 mm.

Infine, gli pneumatici invernali hanno un disegno laterale che rappresenta un fiocco di neve, in quelli estivi tale simbolo manca.

Se hai dubbi, non esitare a contattarci, come concessionaria multimarca abbiamo gli pneumatici giusti per ogni tipologia di auto e necessità!

Superiore